La differenza fra tiro di guancia e di polmone (MTL vs. DL)

A quanti, di quelli che stanno leggendo questo focus, non è mai capitato di sentirsi chiedere: “ma tu, preferisci le more o le bionde?“.

Così come, chi ha fatto della fotografia la propria passione, si sarà sentito chiedere almeno una volta nella vita “Canon o Nikon?”…

Gli esempi potrebbero essere svariati e riportati in moltissimi ambiti della vita quotidiana di ognuno di noi; e ad ognuna di queste semplici domande, ci sono molteplici risposte, argomentate e giustificate.

La verità, a nostro parere, è che per natura siamo abituati a catalogare: a suddividere, etichettare, immagazinare ed infine scegliere a seconda del nostro personalissimo gusto.

Perchè diciamoci la verità, i consigli li ascoltiamo tutti ma alla fine, come si suol dire, vogliamo sbatterci la testa.

Ed ecco che, così come sopracitato, anche nel vaping c’è una domanda che rieccheggia in molti forum, su molti video, a molte convention:

“Meglio il tiro di polmone o meglio il tiro di guancia?”.

Beh possiamo provare a darvi una mano, se volete.

Non a scegliere, quello lo farete voi in base a quello che vi piace e che desiderate, bensì a comprendere quali sono le differenze tra i due modi di inalare dai device per vaping.

i migliori gusti per sigaretta elettronica 2018

Consiglio N 1: non chiedere a QUALCUNO cosa sia meglio PER TE.

Prova entrambi e poi decidi. Provare è sempre il modo migliore per capire se qualcosa fa per te oppure no. Tieni conto che l’hit (colpo in gola) del tiro di polmone potrebbe farti tossire per i primi tiri.

Consiglio N 2: abitua la tua gola al vapore generato dal tuo device, prima di passare al tiro di polmone.

Non iniziare da 0 e voler arrivare subito a 100. Abitua la tua gola alla differenza tra fumo di sigaretta e vapore; Una volta capito come la tua gola reagisce allo svapo, allora prova ad ampliare le tue vedute.

Consiglio N 3: se usi il tuo device prettamente in ambienti chiusi, tieni a mente la differenza di quantità di vapore prodotto tra un atom per tiro di guancia e uno per tiro di polmone.

Se svapi generalmente in casa con gente che non fuma o per esempio in auto, tieni conto che la quantità di vapore emesso da un tiro fatto di polmone sarà notevole. In auto rischieresti di non vedere per qualche secondo oltre il parabrezza, in casa ti potresti trovare ad aprire le finestre. In generale il tiro di polmone ha una produzione di vapore da tenere in considerazione in base alla situazione e al luogo in cui ti trovi.

Consiglio N 4: domandati cosa desideri dal tiro.

Flavour (gusto)? Cloud (vapore)? Vapore caldo? Fresco? E quanta nicotina utilizzerai?

Prima di decidere verso quale tiro orientarti, dovresti farti queste domande.

Generalmente il tiro di polmone produce vapore caldo e denso e, sempre generalmente (ma non sempre), per un utente medio non avvezzo alle rigenerazioni, questo è un tipo di tiro che predilige la quantità di vapore rispetto all’esaltazione dell’aroma.

Inoltre non va dimenticato che tabaccosi si sposano meglio con tiri più chiusi, mentre cremosi e fruttati vanno benen per entrambi.

Gioca un ruolo fondamentale anche la percentuale di nicotina nel nostro e-liquid: maggiore sarà la quantità di nicotina, maggiore sarà l’hit che avremo in gola tirando di polmone, fino a raggiungere livelli davvero difficili da gestire.

Detto ciò, tu che stai leggendo, ricorda che per certe cose non esistono guide. La miglior guida è seguire il tuo gusto e fare esperienze dirette che ti facciano capire che cosa fai e perchè lo fai.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *