Com’è composto un liquido per sigaretta elettronica?

Se ti stai chiedendo quali sono gli ingredienti che costituiscono un liquido per sigaretta elettronica, sei nel posto giusto!

Molto spesso una domanda che sorge spontanea a chi appena ha iniziato a svapare, è in merito a quali sono gli ingredienti  di un liquido per sigaretta elettronica.
In un liquido per lo svapo possiamo trovare i seguenti ingredienti:

1)  Glicole Propilenico
2)  Glicerolo Vegetale
3)  Nicotina
4)  Aroma

Il Glicole Propilenico (PG)

Il Glicole propilenico, indicato anche con la sigla PG, è una sostanza liquida inodore ed incolore. Il Glicole propilenico non viene usato solo per produrre i liquidi per sigarette elettroniche, ma anche in altri settori come quello alimentare e farmaceutico. In un liquido per lo svapo, la funzione del PG, è quella di veicolare l’aroma e la nicotina quando il liquido per sigaretta elettronica viene vaporizzato. Per dirla in parole povere dobbiamo ringraziare il Glicole Propilenico se quando svapiamo sentiamo il l’aroma e la nicotina del nostro liquido.

La Glicerina Vegetale (VG)

Il Glicerolo Vegetale, indicato anche con la sigla VG, è una sostanza liquida inodore, trasparente e caratterizzata da una sapore dolciastro. Rispetto al Glicole Propilenico è molto più denso e vischioso. Il Glicerolo Vegetale, otre ad essere usato per i liquidi per sigaretta elettronica, è usata principalmente nel settore alimentare e per la produzione di prodotti cosmetici. Nel liquido per sigaretta elettronica la funzione del Glicerolo Vegetale è quella di far produrre un vapore denso e compatto. Quindi una caratteristica di liquidi con tanto VG sarà quella di produrre una grande quantità di vapore denso.

La Nicotina

Per prima cosa ci tengo a dire che la Nicotina è una sostanza Tossica e come tale deve essere trattata. Quando maneggiamo la nicotina dobbiamo usare dei guanti in quanto la nicotina viene assorbita anche attraverso la pelle. Detto ciò la funzione della nicotina è quella di creare quella particolare sensazione chiamata “colpo in gola” o hit, sensazione che tutti noi ex-fumatori conosciamo. Per motivi legislativi la nicotina è venduta in boccette da 10ml, miscelata con VG e PG e con una percentuale di nicotina che può essere del 18% o 20%. La nicotina non è un ingrediente indispensabile in un liquido per lo svapo, si può benissimo svapare senza nicotina, nonostante ciò consiglio agli ex-fumatori che hanno appena iniziato a svapare di abbondare in nicotina, al fine di evitare una ritorno certo alle sigarette.

Il gusto del liquido della sigaretta elettronica

Gli aromi sono i responsabili del sapore del liquido per lo svapo, è l’ingrediente che determina il gusto del nostro liquido. Gli aromi per lo svapo non sono venduti puri, ma sempre miscelati con Glicole propilenico. In base al numero di gusti presenti in un liquido, possiamo distinguere aromi sempli ed aromi complessi. Gli aromi semplici sono quelli che sono costituiti da un unico sapore, come ad esempio i liquidi che sanno solo di nocciola o di fragola. Gli aromi complessi sono quelli che presentano più sapori, come ad esempio latte-fragola-panna, oppure banana-cocco-ananas. In base alla tipologia gli aromi per sigaretta elettronica possono essere così classificati:

Aromi tabaccosi: replicano il sapore del tabacco, come Virginia o Latakia
Aromi fruttati: propongono il gusto di un frutto, come cocco o banana
Aromi cremosi: replicano il sapore di un dolce, come cioccolato e crema pasticciera
Aromi freschi: creano una sensazione di fresco, come menta e mentolo
Aromi bevanda: il gusto è quello di una bevanda, alcolica e non, come rum, whisky o caffé.

Per finire gli aromi si distinguono anche in sintetici ed organici. Gli aromi sintetici vengono ottenuti attraverso processi di sintesi molecolare, che hanno lo scopo di replicare quel determinato sapore. Gli aromi organici vengono ottenuti attraverso la macerazione di quella determinata sostanza di cui si vuole ottenere il sapore. La maggior parte degli aromi usati nello svapo sono di tipo sintetico, gli aromi organici li troviamo principalmente per gli aromi al tabacco.

Conclusioni

Concludo questo articolo con un breve accenno sul rapporto tra Glicerolo Vegetale e Glicole Propilenico in un liquido per sigarette elettroniche: un liquido ricco in VG produrrà più vapore rispetto ad un liquido ricco in PG, di contro un liquido con con tanto VG produrrà meno sapore rispetto ad un liquido ricco in PG. Per chi inizia mi sento di consigliare un liquido che abbia un rapporto tra VG e PG pari a 50/50, o al limite 40/60.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *