Caratteristiche degli aromi organici e perché usarli

Gli aromi tabaccosi organici

Quando si parla di aromi tabaccosi, spesso si sente parlare di aromi sintetici ed aromi organici. Ma quali sono le caratteristiche dei tabacchi organici per lo svapo? In questo articolo vi parlerò delle loro caratteristiche e le considerazioni sul loro impiego. 

Perché vengono chiamati aromi tabaccosi organici?

La peculiarità degli aromi tabaccosi organici, riguarda la tecnica con cui sono prodotti: le molecole aromatiche che conferiscono il sapore di tabacco sono ottenute dalla foglia di tabacco, e non sintetizzate in laboratorio come succede per i tabacchi sintetici. Così facendo, il gusto espresso da un tabacco organico per lo svapo risulterà molto più simile al tabacco, rispetto ad un aroma al tabacco sintetico, in quanto nell’organico l’aroma è ottenuto a partire dalla foglia. Un classico esempio di sapore fedele lo possiamo riscontrare nell’aroma organico La Tabaccheria Bezuki.

Cosa cambia utilizzando un aroma tabaccoso organico?

Usando un aroma tabaccoso organico per lo svapo, la prima cosa che salta alla nostra attenzione è quella di assaporare un aroma al tabacco molto più fedele rispetto ai tabacchi sintetici. Ciò è una diretta conseguenza del metodo usato per produrre l’aroma organico, il quale viene ottenuto dalla foglia di tabacco. Quindi per ovvie ragioni il sapore dell’aroma per lo svapo sarà molto più simile al gusto originale, rispetto ad un aroma sintetico, dove il gusto del tabacco è replicato mediante molecole aromatiche riprodotte in laboratorio. Per concludere il discorso relativo al gusto degli aromi al tabacco organico, volevo farvi presente che in commercio vi sono diversi aromi organici in cui la componente tabaccosa è miscelata con elementi fruttati, come ad esempio l’aroma Black Caribbean della Azhad’s Elixirs.

Perché si dice che le resistenze si usurano più velocemente?

Un ulteriore elemento relativo all’utilizzo di aromi tabaccosi organici per lo svapo, è quello che le nostre resistenze andranno a rovinarsi più velocemente. Questo succede perché gli aromi organici per lo svapo rilasciano molti più residui di aroma rispetto agli aromi sintetici. Infatti questi residui di aroma andranno ad accumularsi sulla resistenza dell’atomizzatore, la quale si rovinerà più velocemente e ci costringerà a cambiare più spesso la resistenza.

Per questo motivo è meglio usare atomizzatori rigenerabili, dove siamo noi stessi a fare la resistenza.

Svapare degli aromi tabaccosi organici su degli atomizzatori non rigenerabili, ci costringerebbe a cambiare molto spesso la resistenza e quindi andremo a spendere una sostanziosa quantità di denaro per comperare le resistenze già fatte.

Aggiungerei anche di dotarvi di un atomizzatore che sia semplice e veloce da rigenerare, in quanto con i tabaccosi organici dovrete rigenerare ogni 5-6 ml, al massimo ogni 20 ml nella migliore delle ipotesi.

Per quanto riguarda il periodo di maturazione qui dobbiamo distinguere se l’aroma organico sia un estratto oppure un macerato.

  1. Nel caso sia un Macerato, abbiamo bisogno di una più lunga maturazione
  2. Nel caso sia un Estratto, abbiamo bisogno di una macerazione molto breve.
Se non sai cosa vuole dire macerare un aroma, leggi questo approfondimento.

Ulteriori differenze che si riscontrano tra gli Aromi Macerati e gli Aromi Estratti sono:

  1. Il Macerato: caratterizzato da una tecnica di produzione più semplice, aroma meno concentrato e più dolce
  2. L’ Estratto: caratterizzato da una tecnica di produzione più complessa, aroma più concentrato e più simile al Tabacco

Chiudo questo articolo dicendovi, che negli aromi tabaccosi organici ci sarà sempre una piccola quantità di nicotina, in quanto essa è presente nella foglia da cui si ottiene l’aroma che svaperete.

Alla prossima!

Svapavone.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *