La Sigaretta Elettronica di Philip Morris: Iqos Mesh

No, non è un ossimoro quello che hai appena letto caro internauta.

Philip Morris ha di recente lanciato nel mercato Britannico un prodotto “innovativo”, identica ad una sigaretta elettronica, che aiuterà le persone a smettere di fumare.

Il marchio Philip Morris vuole restare al passo con i tempi: arriva Iqos Mesh.

Si tratta di un prodotto entry level, molto semplice da utilizzare perché ha un solo tasto che comanda l’erogazione mentre lo spegnimento e l’accensione sono automatici.

La batteria è da 900 mAh e si ricarica attraverso l’apposito cavo USB.

Monta cartucce precaricate da 2 ml (con liquidi con varie gradazioni nicotiniche).

La resistenza è in stile mesh: si esatto, quelle che ormai vediamo da anni.

Un passo indietro di Philip Morris: dal riscaldatore di tabacco alla sigaretta elettronica

Negli ultimi mesi il riscaldatore Iqos aveva aggredito il mercato italiano attraverso una comunicazione innovativa e pervasiva, a volte al limite del lecito.

In Italia il design curato, le dimensioni ridotte e la semplicità di funzionamento probabilmente sono stati i fattori determinanti del suo successo —nonostante il device produca comunque fumo derivante dal riscaldamento di tabacco.

L’acronimo Iquos significa I Quit Ordinary Smoking: un concetto che abbinato alla vaporizzazione personale tradizionale rende ancora di più il valore.

Con il traino avuto dal riscaldatore e con la capillare rete distributiva garantita dai tabaccai, Iqos Mesh potrebbe diventare un pericoloso concorrente.

E voi lo avete già provato? Raccontateci la vostra esperienza nei commenti qui sotto!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *