Perché bambini e genitori dovrebbero essere “educati” alla JUUL Culture

Arriva la JUUL Culture: perché i genitori dovrebbero essere educati e informati su questo prodotto.

Gli studi americani degli ultimi mesi dimostrano che l’utilizzo di sigarette elettroniche e JUUL è drasticamente salito negli ultimi anni fra adolescenti che popolano scuole medie e superiori.

L’utilizzo di JUUL è incrementato dell’80% fra gli studenti liceali e del 50% fra quelli delle scuole medie. Un dato allarmante per i genitori dei bambini americani. Lo studio dimostra che 1 bambino su 5 ha provato la JUUL alle scuole medie e fra i 12-17 anni ne hanno avuta almeno una in mano.

Un fenomeno contrario se paragonato alle stringenti normative americane in materia: bisogna aver compiuto il 21esimo anno d’età per poterne entrare in possesso (teoricamente).

Che cos’è la JUUL?

E’ importante sapere che cos’è una sigaretta elettronica — la JUUL appunto — e prevenire l’utilizzo nei bambini dove possibile.

La JUUL è un dispostivo alimentato da una batteria che riscalda una cartuccia contenente del liquido con nicotina che viene evaporato come un aerosol e quindi aspirato. La JUUL ha un design discreto: è personalizzabile nel design e nel gusto, il vapore è inodore e non esagerato. Questo dispostivo contiene grandi concentrazioni di nicotina.

JUUL Labs è produttrice e proprietaria anche delle cartucce di ricarica acquistabili separatamente.

JUUL è meno dannosa di una sigaretta?

Il numero di studenti che nel paese americano usano JUUL è allarmante e suscita serie preoccupazioni riguardo alla dipendenza da nicotina. Molti adolescenti che usano JUUL in realtà pensano che sia un’alternativa più sicura rispetto al fumo di sigarette. Alcuni giovani utilizzatori di JUUL credono che non stanno nemmeno consumando nicotina quando stanno facendo JUULing, il che è falso. La maggior parte degli adolescenti non è a conoscenza del numero di composti organici volatili cancerogeni o cancerogeni, tra cui ossido di propilene, acrilammide, acrilonitrile e crotonaldeide che si trovano in JUUL.

La nicotina è uno stimolante altamente coinvolgente per gli adolescenti. Secondo il CDC, quando viene inalata, la nicotina entra nel flusso sanguigno, attraversa la barriera emato-encefalica ed entra nel cervello entro 10-20 secondi. La dipendenza dalla nicotina è una delle più difficili da superare, con caratteristiche di dipendenza simili a quella della cocaina e dell’eroina.

Ad aggravare il problema, le probabilità di un adolescente di diventare dipendenti da qualsiasi droga sono maggiori di quelle di un adulto. Mescola quella maggiore sensibilità e la natura coinvolgente della nicotina, e hai una ricetta per un adolescente dipendente. La ricerca condotta da Stanford ha rilevato che il tasso di dipendenza dalla nicotina è relativo all’esposizione; quindi, aumentando le dosi di e-sigarette per sperimentare alti più intensi aumenta la possibilità che l’adolescente diventi dipendente.

L’uso di nicotina durante gli anni dell’adolescenza causa problemi di sviluppo nella parte del cervello che controlla l’attenzione, le prestazioni e la capacità di comprendere idee complesse. Mentre la nicotina causa danni cellulari alle cellule cerebrali indipendentemente dall’età, il danno arrecato all’ippocampo adolescente è allarmante. Poiché l’ippocampo è responsabile della regolazione della memoria e dell’umore, ci si può aspettare che gli adolescenti che usano la nicotina abbiano problemi con compiti di memoria, problemi cognitivi, scarso controllo degli impulsi e comportamenti dell’umore. Questo è esattamente quello che hanno scoperto gli psicologi e gli scienziati del comportamento. La nicotina è l’agente principale di distruzione per il cervello dell’adolescente, non necessariamente i sottoprodotti cancerogeni di JUUL.

Genitori, parlate ai vostri figli

È fondamentale che gli adolescenti siano consapevoli delle possibili conseguenze dell’introduzione di un farmaco come la nicotina nel loro processo di sviluppo.

Per loro è importante conoscere la verità alla base di queste sostanze, al fine di prendere decisioni sagge sull’utilizzo di prodotti a base di nicotina e non limitarsi semplicemente alla retorica del marketing. Presentarli con le informazioni corrette e l’educazione sugli effetti della nicotina sul loro corpo e sul loro cervello, oltre a condividere le tattiche di marketing per farli innamorare, è responsabilità di tutti noi.

Incoraggio tutti i genitori ad avere una conversazione con i loro figli su JUULing. Scopri cosa sanno o non sanno, e vedi se hanno tutte le informazioni giuste sui rischi. Alla maggior parte degli adolescenti non piace mai sentirsi dire cosa fare. Pertanto, chiedendo loro ciò che sanno o credono e fornendo loro l’informazione e l’educazione corrette, possiamo dare loro la conoscenza e l’agenzia per prendere le loro decisioni informate nella vita.


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *